MENU

Presentazione

 

News! Bibliotecadiscienze@Scienzestate2022

Direttore: Gianni Galeota - gianni.galeota(AT)unifi.it - PEC: bsc(AT)pec.unifi.it

Le biblioteche che compongono la Biblioteca di Scienze sono di medie dimensioni, alcune  situate all'interno dei rispettivi dipartimenti, della Scuola di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali, e dislocate in vari punti della città.

La loro collocazione è, a parte per le sedi di Matematica e del Polo Scientifico, connessa ad edifici storici che sono anche sede di varie sezioni del Museo di Storia naturale dell'Università, cui i fondi librari sono strettamente legati.

E' il caso di Antropologia, ospitata nel Palazzo Nonfinito, assieme al Museo di Antropologia e Etnologia; di Botanica, situata al pian terreno di un palazzo ai cui piani superiori si conservano erbari e reperti vegetali, raccolti da personalità scientifiche che hanno donato anche volumi e documenti. Lo stesso vale per Geomineralogia, sempre in via La Pira, e valeva per Biologia Animale (oggi a Sesto), rimasta alla Specola fino al 2017 e collegata ai reperti di zoologia ancora oggi presenti in via Romana.

Chimica e Fisica hanno trasferito i loro fondi librari nella sede del Polo Scientifico ma hanno conosciuto nel tempo spostamenti e decurtazioni delle raccolte originarie. Molti libri antichi di Fisica (e in parte di Geomineralogia) sono collocati in Comodato presso il Museo Galileo.

Nonostante questa diaspora il patrimonio della Biblioteca di Scienze (eccetto a Matematica) ha, per la parte più antica, una comune origine provenendo dal Regio e Imperiale Museo di Fisica e Storia Naturale, sorto nel 1775 per volontà di Pietro Leopoldo di Lorena. 

Come le collezioni ospitate nell'attuale Museo universitario anche i libri erano riuniti in Palazzo Torrigiani e costituivano inizialmente un'unica Biblioteca. Lo smembramento della "Libreria" del Museo di via Romana fu inevitabile con il proliferare dei Gabinetti e degli insegnamenti iniziato dopo il 1859, anno di nascita dell'Istituto superiore di studi pratici e di perfezionamento.

Palazzo Torrigiani, divenuto sede della sezione di Scienze dell'Istituto, non poteva più contenere tutti, né il numero crescente di reperti, così piano piano cattedre, laboratori, libri e e collezioni si spostarono altrove.

Ogni sede ha orari di apertura propri; si consiglia pertanto di consultare le pagine relative per informazioni dettagliate circa indirizzi, numeri di telefono, e-mail e servizi erogati.

La Biblioteca ha un patrimonio bibliografico di circa 147.400 libri, con abbonamenti aperti a collane di ebook,  circa 8.700 riviste, di cui oltre 1.000 in abbonamento, quasi tutte in formato elettronico.

La Biblioteca conserva inoltre 24 fondi archivistici, 21 fondi librari e 28 miscellanee, descritti in: Archivi e fondi storici della Biblioteca di Scienze.

In OneSearch sono reperibili tutte le opere acquisite a partire dal momento in cui ogni sede ha iniziato il processo di automazione, oltre a quelle che ogni struttura sta via via procedendo a recuperare e a inserire nel catalogo informatizzato. In ogni caso, per le opere meno recenti è necessario consultare anche i vari cataloghi cartacei.

L'indirizzo scientifico e la politica degli acquisti sono stabiliti dal Comitato scientifico di Biblioteca.

Il quadro di riferimento generale è quello definito dal Regolamento del Sistema Bibliotecario di Ateneo e dei Servizi.

Ultimo aggiornamento

15.06.2022

Cookie

I cookie di questo sito servono al suo corretto funzionamento e non raccolgono alcuna tua informazione personale. Se navighi su di esso accetti la loro presenza.  Maggiori informazioni