MENU

Dante tra architettura, scienza e poesia

10 Dicembre 2021

Nuovo evento nell'ambito del ciclo di incontri delle Archistorie della biblioteca

Dante tra architettura, scienza e poesia

Presentazione del numero monografico di “Opus incertum” - Dante e l’architettura e della mostra Dall’Inferno all’Empireo. Il mondo di Dante tra scienza e poesia, a cura del Museo Galileo - Istituto e Museo di Storia della Scienza di Firenze

 

venerdì 17 dicembre 2021, ore 16:30

Sala archivi e fondo storico, Biblioteca di architettura - Palazzo San Clemente
Via Micheli 2 Firenze
per seguire l'incontro online [password: xdHMPPxD222] [istruzioni per accedere all'evento]

 

  • introduce: Simonetta Pagnini - Biblioteca di architettura, Università di Firenze
  • saluti: Emanuela Ferretti- Università di Firenze
  • introduzione e presentazione dei contributi del numero monografico di Opus Incertum: Alessandro Brodini - Università di Firenze, Fulvio Cervini - Università di Firenze, Fabrizio F. V. Arrigoni - Università di Firenze
  • presentazione della mostra Dall’Inferno all’Empireo (Palazzo Pitti 14/12/21-6/03/22) : Filippo Camerota - Museo Galileo - Istituto e Museo di Storia della Scienza di Firenze
  • modera: Emanuela Ferretti

*Per partecipare all’incontro è necessaria la prenotazione scrivendo a eventibibarc@sba.unifi.it e essere muniti di Green Pass

 

Immagine copertina Opus Incertum

Le celebrazioni per il settecentenario della morte di Dante hanno dato origine a numerose iniziative che analizzano la figura del poeta da diverse prospettive. Obiettivo di questo numero di “Opus incertum”, che si avvale di un approccio interdisciplinare, è quello di esplorare la complessa trama di relazioni tra Dante e l’architettura da due diversi punti di vista. Il primo è relativo all’importanza dell’architettura nell'opera di Dante, con particolare riferimento alla Divina Commedia; il secondo riguarda la ricezione di Dante da parte della cultura architettonica ed esamina la risonanza che il poema ha avuto nel pensiero e nell'opera di alcuni architetti tra XV e XXI secolo. Un aspetto di questa ricezione è legato alla storia della città, sia Firenze – che presenta una “topografia dantesca” frutto degli interventi realizzati in occasione delle diverse celebrazioni dal XIX secolo ad oggi – sia Ravenna, il luogo che ospita la tomba di Dante.

La mostra Dall’Inferno all’Empireo, a cura di Museo GalileoIstituto e Museo di Storia della Scienza, in collaborazione con Le Gallerie degli Uffizi (Palazzo Pitti - dal 14 dicembre 2021 al 6 marzo 2022) inquadra le competenze scientifiche di Dante nella cultura del suo tempo. I passi della Commedia, del Convivio e della Quaestio de aqua et terra sono illustrati attraverso l’esposizione di opere artistiche, manoscritti, modelli tridimensionali e prodotti multimediali sul sistema cosmologico, la geografia fisica e la geografia spirituale. Particolare risalto è dato al rapporto con la cultura islamica che traspare chiaramente nell’opera di Dante, profondo conoscitore della filosofia naturale di Averroè, della scienza medica di Avicenna, e dell’opera astronomica di Al-Farghani.

  • Ai partecipanti verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

Promuovono l’iniziativa:

L’iniziativa è organizzata nell’ambito del ciclo di incontri Le Archistorie della biblioteca: presentazione di libri, esperienze, progetti… Le Archistorie nascono come legame e riconoscimento all’insegnamento e all’attività di Luca De Silva e ne vogliono rappresentare l’ideale proseguimento.

Comunicato | Locandina

 

 

Cookie

I cookie di questo sito servono al suo corretto funzionamento e non raccolgono alcuna tua informazione personale. Se navighi su di esso accetti la loro presenza.  Maggiori informazioni