MENU

Fondo Poggi

Vai ai volumi della collezione | Vedi anche:

Fondo Poggi, Edifici annessi al Giardino della GherardescaFondo Poggi, Colonna monumentale

Il nome dell’architetto Giuseppe Poggi (1811-1901) è strettamente legato alla città di Firenze. 

La sua attività professionale ha interessato non solamente il rifacimento dei confini e delle scenografie di Firenze all’epoca in cui la città divenne capitale del Regno d’Italia (1865), ma anche grandiosi lavori di riordinamento e di completamento di palazzi, di ville monumentali e di chiese del capoluogo toscano. 

Il Fondo, entrato a far parte del patrimonio dell’Università di Firenze nella seconda metà del Novecento, è collocato presso la Biblioteca di Scienze tecnologiche - sede di Architettura - e documenta i lavori eseguiti da Giuseppe Poggi per privati. Si compone di 970 pezzi, per lo più disegni, su supporti vari: carta, carta colorata, carta quadrettata, carta lucida telata e non, carta da spolvero, cartoncino, velina. 

Le tecniche esecutive variano da china nera e colorata a matita ed acquerello combinate tra loro. Anche i formati variano molto a partire da cm 15,5X13 fino ad arrivare a 220X50. Molti disegni sono di difficile interpretazione perché rappresentando solo elementi architettonici (modanature, porte, finestre, ringhiere, decorazioni, ecc.) non sono riconducibili ad un'opera specifica. Altri, invece, sono facilmente descrivibili attraverso le numerose note autografe poste sia sul recto che sul verso delle tavole.  

Di Giuseppe Poggi esistono altri importanti e consistenti complessi archivistici conservati presso l'Archivio di Stato di Firenze, presso la Biblioteca degli Uffizi e presso la Soprintendenza Archelogia, Belle arti e paesaggio.

Ultimo aggiornamento

30.12.2021

Cookie

I cookie di questo sito servono al suo corretto funzionamento e non raccolgono alcuna tua informazione personale. Se navighi su di esso accetti la loro presenza.  Maggiori informazioni