Collezioni digitalizzate

Collezioni digitalizzate

Archeologia dell'arte fenicia e protogreca vaseologia greca, tav. XV, Corinthus Impronte digitali: collezioni digitalizzate a cura del Sistema Bibliotecario di Ateneo

Impronte Digitali è il prodotto del progetto Digitalizzazione per i servizi bibliotecari, nato col duplice scopo di contribuire alla diffusione del patrimonio culturale delle biblioteche dell'Ateneo, garantendo l'accesso online a una selezione di esemplari di pregio in loro possesso, e di preservare gli originali dai possibili danni derivanti dalla consultazione diretta. 

In questo ambiente è possibile ricercare e utilizzare il materiale bibliografico digitalizzato a cura del Sistema Bibliotecario di Ateneo. Le digitalizzazioni sono fruibili anche su Internet Culturale.

Le Effemeridi di Antonio Cocchi Le Effemeridi di Antonio Cocchi

 Versione digitale integrale dei diari di Antonio Cocchi (1695-1758), 103 quaderni manoscritti noti col nome di "Effemeridi". Medico e intellettuale, Cocchi fu anche uno dei primi italiani ad aderire alla massoneria.

La digitalizzazione è stata resa possibile dal fondamentale contributo del Grande Oriente d'Italia. 

 

scheda del catalogo storico della biomedica Catalogo cartaceo storico della Biblioteca Biomedica

 Versione digitale del catalogo storico, per autori e titoli, della Biblioteca Biomedica.

Il catalogo contiene circa 95.000 schede compilate tra la fine dell'Ottocento e la metà del Novecento, in parte manoscritte e in parte dattiloscritte. Oltre lo scorrimento alfabetico delle schede, analogamente a quanto avveniva col catalogo cartaceo, è possibile effettuare anche una ricerca testuale .

scheda del catalogo storico della biomedica Libri di biologia del progetto Biodiversity Heritage Library (BHL)

 Circa 300 volumi antichi di argomento zoologico della Biblioteca di Scienze sono stati riprodotti presso il Centro di digitalizzazione dell'Università di Gottingen (GDZ), nell'ambito di un accordo firmato tra il Sistema Bibliotecario di Ateneo e il GDZ tedesco.

Il progetto Biodiversity Heritage Library (BHL) è stato lanciato nel 2007 negli Stati Uniti con il proposito di creare una biblioteca digitale sulla Biodiversità che acquisti un’estensione addirittura mondiale. Nel Maggio 2009 anche l'Europa, con le biblioteche dei musei di storia naturale e dei giardini botanici europei in cui è conservata la maggioranza delle pubblicazioni mondiali inerenti la  biodiversità, ha aderito, attraverso il progetto europeo Biodiversity heritage Library for Europe BHL-Europe, coordinato dal Museum für Naturkunde di Berlino (Germania). 

P.P.Webb,Nauplius sericeus Proyecto Humboldt

Progetto elaborato in collaborazione fra la Fundacion Canaria Orotava de Historia de la Ciencia con sede a Tenerife e il Max-Planck-Institut für Wissenschaftgeschichte di Berlino, con l’intento di digitalizzare e rendere liberamente accessibile in rete il numeroso e composito materiale (volumi, articoli di riviste, materiale archivistico, erbari ecc.) prodotto dalla esplorazione scientifica delle Isole Canarie dalla fine del XVIII fino ai primi anni del XX secolo.

 
ultimo aggiornamento: 19-Set-2017
Home Unifi Home SBA

Inizio pagina