FAQ (domande frequenti)

Prestito

 

Domande

Risposte

Chi può prendere un libro in prestito?

Al prestito sono ammessi tutti coloro che hanno un rapporto diretto e ufficiale di studio o di dipendenza con l'Università degli studi di Firenze e tutti coloro che appartengono ad enti convenzionati con l'Università.

Gli esterni sono ammessi al prestito previa autorizzazione del direttore della biblioteca.

Maggiori informazioni

Posso prendere in prestito qualsiasi documento posseduto dalla biblioteca?

No, ci sono opere generalmente escluse dal prestito: annuari, enciclopedie, dizionari, bibliografie, cataloghi, tesi di laurea, riviste, libri antichi e rari, pubblicazioni a fogli mobili e le opere per le quali si ritiene in ogni modo necessaria la presenza in sede.

Occorre una tessera per il prestito?

Ai nuovi iscritti dell'Università degli studi di Firenze viene inviata gratuitamente a casa la Carta dello studente.

Gli altri utenti (docenti, dottorandi, ricercatori ...) possono richiedere la tessera alla biblioteca di riferimento.

In caso di smarrimento o furto della tessera per il prestito cosa devo fare?

Devi rivolgerti alla biblioteca di riferimento (cioè della tua scuola) per la stampa del duplicato (il servizio è gratuito).

E' possibile rinnovare il prestito?

Sì, è possibile rinnovare online il prestito tramite il tuo profilo personale in OneSearch oppure rivolgendosi alla biblioteca. Il rinnovo può essere fatto a condizione che il libro non sia già stato prenotato da un altro utente.

Il libro che mi occorre è già in prestito; cosa posso fare?

Puoi prenotarlo online tramite OneSearch dopo esserti autenticato.

Cosa significa prestito festivo o prestito notturno?

Significa che è possibile prendere in prestito molti dei documenti che normalmente non sono ammessi al prestito esterno durante i periodi di chiusura della biblioteca.

Cosa succede se danneggio o perdo un'opera avuta in prestito?

L'utente che danneggia o perde il materiale della biblioteca ricevuto in lettura o in prestito è tenuto a rifondere il danno.

Home Unifi Home SBA

Inizio pagina