News

home page > News > Mostre alla Biblioteca Umanistica
31 Maggio 2012 - 10:30    Stampa la notizia: Mostre alla Biblioteca Umanistica

Notizie Mostre alla Biblioteca Umanistica

Dal 29 maggio al 29 giugno è aperta nella sede di Lettere della Biblioteca Umanistica la mostra "Formare gli italiani: testimonianze dai fondi della Biblioteca Umanistica sull'Italia dell'unificazione", in cui sono esposti libri e documenti tratti dai ricchissimi fondi librari e archivistici della biblioteca. L'intento è quello di ripercorrere alcune tappe significative  (dalle buone letture per l’infanzia al perfezionamento del sapere presso il Regio Istituto di studi superiori pratici e di perfezionamento di Firenze) di quel processo di educazione e istruzione finalizzato a plasmare un’identità nazionale. La mostra è dedicata alla memoria di Luciana Sabini, bibliotecaria appassionata, che vi ha contribuito con intelligenza e convinzione.

Orario della mostra: dal 29 maggio al 29 giugno - dal lunedì al venerdì, 8-19. Inaugurazione: 29 maggio, ore 11 - Biblioteca Umanistica, piazza Brunelleschi 4

 Depliant della mostra

Orbatello: da asylum a biblioteca. Accoglienza, cultura, arte. Storia del complesso fiorentino dal 1372 a oggi” è invece il titolo della mostra che si svolgerà dal 5 giugno al 5 luglio nei locali della sede di Storia dell'arte della Biblioteca Umanistica, in via della Pergola 56.

L’oggetto della mostra, dedicata al professor Miklòs Boskovits che ne è stato uno degli ideatori, è quello di riscoprire la ricchissima storia dell’antico ospizio fiorentino di Orbatello, posto in via della Pergola, che costituì un punto di riferimento significativo delle istituzioni assistenziali della città di Firenze, ma anche un centro di committenze artistiche, documentato nelle opere di pittura, scultura e miniatura, in parte ancora presenti nell’oratorio. Si ripercorre la storia del complesso dalla sua fondazione nel 1372 fino alla trasformazione della chiesa in biblioteca universitaria (1980), oggi Biblioteca Umanistica di Storia dell’arte, mettendo in evidenza, con riproduzioni fotografiche, la collocazione originaria dei dipinti ora al Museo degli Innocenti, che si trovavano sugli altari secondo l’indicazione della pianta pubblicata dal Richa nel 1754.

La mostra sarà visitabile dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 19; inaugurazione: 5 giugno, ore 11.

Prorogata fino al 29 luglio. 

 Depliant della mostra

.
Home Unifi Home SBA

Inizio pagina