Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
  • OneSearch
  • Servizi on-line

Orari e modalità d'accesso alle biblioteche. Leggi di più

#IoRestoaCasa: servizi e risorse utilizzabili a distanza

Home page > Trova le risorse > FloRe - Florence Research Repository > Prova sito OA2 > Pubblicare in Open Access  > Licenze e copyright/contratti

Licenze e copyright/contratti

[Discorsino introduttivo....]

Le best practice sull’accesso aperto prevedono: 

  • Publication agreement: prima della pubblicazione, dopo l'accettazione del manoscritto, l’autore deve firmare un contratto editoriale coerente con i principi dell’accesso aperto.

  • Copyright: l’autore conserva il copyright dell’opera pubblicata senza che sia prevista una cessione esclusiva dei diritti. L’autore concede all'editore una licenza d’uso non esclusiva per la distribuzione dell'opera, e allo stesso tempo a tutti gli utenti e lettori sono concessi i diritti di riutilizzare l'opera secondo i termini previsti dalle licenze Creative Commons.

  • Open Access licensing: una delle licenze Creative Commons più utilizzata e che permette un’ampia libertà di utilizzo è la licenza Creative Commons Attribution 4.0 International License (CC BY 4.0). La licenza CC-BY 4.0 permette il riutilizzo illimitato dei contenuti per aumentare la diffusione e l’impatto dell'opera, fermo restando la corretta attribuzione all’autore della paternità dell’opera. Questa licenza permette ai lettori di condividere qualsiasi parte dell'opera con qualsiasi mezzo e formato, modificarla per qualsiasi scopo, anche commerciale, a condizione che venga dato il giusto credito all'autore, che vengano indicate le modifiche apportate all'opera e che venga fornito un link all’URL della licenza. Le licenze Creative Commons sono licenze d’uso modulari che possono combinare i principali permessi relativi a un contenuto pubblicato e possono facilmente essere adattate alle esigenze di comunicazione e diffusione dei prodotti della ricerca.

  • Use of third-party material: l’uso di materiale di terze parti è ammesso in una pubblicazione ad accesso aperto a condizione che l’Autore sia in grado di assicurare i termini necessari affinché il materiale sia pubblicato ad accesso aperto e fornisca una didascalia che riconosca chiaramente la fonte e la licenza d’uso del materiale utilizzato.

Contratti trasformativi

I contratti trasformativi o “transformative agreements”, negoziati principalmente tra consorzi, biblioteche ed editori, hanno il compito di favorire il passaggio da contratti che prevedono la sottoscrizione di abbonamenti per accedere ai contenuti, a contratti in cui gli editori sono remunerati per pubblicare in Open Access, senza ulteriori pagamenti. In estrema sintesi i costi per gli abbonamenti alle riviste si trasformano in costi per la pubblicazione degli articoli scientifici di autori appartenenti all’istituzione accademica; in questo modo gli autori non saranno più tenuti al pagamento delle cosiddette Apc (Article Processing Charge). I nuovi contratti dovrebbero favorire il passaggio alla Open Science

Caratteristiche

  • L’autore mantiene i diritti d'autore senza ulteriori costi a proprio carico.

  • L'autore ha sempre facoltà di scegliere se pubblicare ad accesso aperto. La scelta viene effettuata dopo aver ricevuto la comunicazione di accettazione dell’articolo per la pubblicazione.

  • Tutti gli articoli (senza limite di numero) di un autore appartenente all’istituzione che ha sottoscritto l'accordo possono essere pubblicati ad accesso aperto.

  • I contratti trasformativi sono temporanei.

  • I contratti trasformativi devono essere trasparenti in modo da valutare se l’investimento è vantaggioso.

  • I contratti trasformativi favoriscono la limitazione dei costi per le pubblicazioni accademiche: il costo per pubblicare in Open access nella fase di transizione dovrebbe equivalere a quello dell’abbonamento corrente. In questo modo è ridotto il costo per pubblicare ad accesso aperto che in precedenza, invece, si è aggiunto a quello per l’abbonamento (il cosiddetto double-dip).

 

ESAC pubblica un registro sugli accordi trasformativi che sono stati stipulati fra gli editori e i consorzi.

 

I contratti trasformativi sottoscritti dall’università di Firenze

Si possono mettere?

Per approfondire
 
ultimo aggiornamento: 16-Feb-2021
Home Unifi Home SBA

Inizio pagina