INDICE DEI DOCUMENTI (ordine alfabetico)

Costanza Alfieri D'Azeglio

Costanza Alfieri D'Azeglio Costanza Alfieri D'Azeglio

Tra le donne della famiglia Alfieri, tutte personalità notevolissime che incisero non solo sul destino della propria famiglia ma anche su quello dell’aristocrazia piemontese, spicca Costanza Alfieri d’Azeglio (1793-1862), donna aperta d’animo e di mente, sorella di Cesare e moglie di Roberto d’Azeglio, fratello di Massimo.

Sono celebri le lettere che indirizzò al figlio [1], dalle quali è possibile ricostruire la cerchia di parenti e amici che la gentildonna frequentava continuamente: Cesare Alfieri, Massimo d’Azeglio, Guglielmo Moffa di Lisio, Cesare Balbo, Giacinto di Collegno, Camillo di Cavour e Alfonso La Marmora.

Lo stesso Massimo d’Azeglio accenna a Costanza e al marito con affetto sincero nei suoi Ricordi [2]: “Il nome che lasciarono di sé fu quello di veri benefattori del popolo. Ambedue tenevano scuola a proprie spese per i figli dei poveri, nei quali impiegavano somme non piccole.”





[1]  E. d’Azeglio, Souvenirs historiques de la marquise Costance d’Azeglio née Alfieri

[2]  M. d’Azeglio, I miei ricordi, vol. 2. cap. XXX, p. 334-335

 
ultimo aggiornamento: 19-Gen-2015
Home Unifi Home SBA

Inizio pagina