Indicazioni per le collocazioni a contatore

La collocazione a contatore consente di attribuire automaticamente un numero progressivo ai volumi che vengono via via aggiunti nelle collocazioni di questo tipo.

Le collocazioni a contatore sono usate per tenere uniti, con una sequenza numerica aperta e progressiva:

  1. volumi con particolari caratteristiche:
  2.  

  3. volumi appartenenti ad un nuovo Fondo librario accessionato (come GREEN, CAPM 1, CAPM 2).

Tutte le collocazioni a contatore appartengono ad un "fondo Aleph". In alcuni casi la collocazione è una sola per tutto il fondo Aleph (come DEP, Extra, GREEN), in altri casi un fondo Aleph può comprendere più collocazioni distinte per esempio per formato (come Opusc 1 e Opusc 2) o tipologia di materiale (come CAPM 1 per le monografie, CAPM 2 per le miscellanee).

Seguono i criteri per l'individuazione del materiale da attribuire alle collocazioni del punto 1 e le istruzioni relative al gestionale per tutte le collocazioni a contatore (punti 1 e 2).

1.a Extra, Opusc 1, Opusc 2

Criteri

In Extra, Opusc 1 e Opusc 2 sono da collocare monografie che apparterrebbero alla collezione generale Dewey se non convenisse tenerle distinte a causa delle loro dimensioni.

In Extra vanno i volumi con altezza o larghezza da 33 cm in poi (il riferimento è l'arrotondamento per eccesso della descrizione fisica: es. una monografia alta o larga 32,3 cm andrà in Extra). Nel caso di pubblicazioni in più volumi di altezze o larghezze diverse, se un volume è Extra gli altri lo seguiranno.

In Opusc 1 e Opusc 2 vanno collocate le monografie che non superano le 100 pagine (conteggiando tutte le sequenze, compresi i numeri romani). Fanno eccezione appendici, supplementi, ecc. che vanno in ogni caso mantenuti insieme all'opera cui si riferiscono.

In Opusc 1 vanno gli opuscoli di altezza fino a 25 cm. In Opusc 2 quelli di altezza da 26 cm in poi. Il riferimento è sempre la descrizione fisica: es. una monografia alta 25,2 cm andrà in Opusc 2.

 

Istruzioni per la collocazione in Aleph

  1. selezionare il fondo dal menù a tendina presente nella linea di copia "2. Informazioni generali (1)":
    • EXTRA per la collocazione Extra
    • OPUSC per le collocazioni Opusc 1, Opusc 2
    • scegliere il tipo di collocazione 7 (Contatore) dal relativo menu
    • nel campo adiacente selezionare la collocazione opportuna dal relativo menu (le collocazioni compaiono precedute da ?ke, per es. ?keopusc 1)
    • cliccare su "Aggiorna" per far scattare il contatore che attribuisce il nuovo numero di catena.

     

    Per le pubblicazioni in più volumi è opportuno mantenere un unico numero di contatore:

    • quando per primo si colloca un volume far scattare il nuovo numero di catena seguendo la procedura sopra descritta
    • nello stesso campo al numero di catena aggiungere il numero di sequenza di quel volume, tra parentesi tonde precedute da spazio, es. KEOpusc 1 -000000498 (1), e cliccare su "Aggiorna"
    • per collocare un volume successivo, dopo aver selezionato il fondo e il tipo di collocazione, copiare la segnatura del volume collocato per primo, ovviamente modificando il numero di sequenza, es. KEOpusc 1 -000000498 (2), e solo allora cliccare su "Aggiorna" (il tipo di collocazione resterà comunque 7)
    • se la numerazione delle parti prevede volumi e tomi, indicarli separando i numeri all'interno delle parentesi tonde con una virgola senza spazio, es. KEOpusc 1 -000000498 (2,5).

     

    1.b DEP, DEP 8, DEP C, PLU

    Criteri

    DEP, PLU, DEP 8 e DEP C sono collocazioni del magazzino.

    In DEP è presente l'eventuale copia di conservazione delle pubblicazioni della biblioteca.

    Pubblicazioni da collocare a DEP:

    • una copia di pubblicazioni già presenti in GEN
    • una copia di edizioni precedenti quelle previste per GEN secondo i criteri del "Protocollo sezione GEN"
    • una copia di pubblicazioni già presenti al ballatoio del secondo piano (a meno che non debbano andare in GEN)
    • una copia di pubblicazioni già presenti nelle sezioni REF, DID e TESTO, secondo i relativi protocolli, sempre tenendo conto del protocollo GEN
    • una copia di pubblicazioni già presenti in altre collocazioni del deposito librario (ovviamente escluso PLU), sempre tenendo conto del protocollo GEN
    • copie uniche di pubblicazioni di argomento non pertinente alle discipline comprese nei corsi di Laurea attivati nel polo delle Scienze sociali, ma che si ritiene comunque opportuno accogliere in biblioteca
    • pubblicazioni con data compresa tra il 1886 e il 1915, escluse ovviamente quelle che fanno parte di specifici fondi librari.

     

    Per le nuove accessioni (in genere si tratterà di doni) si può fare eccezione al criterio sopra enunciato quanto al numero delle copie, collocando in DEP anche più di una copia.

    In PLU sono da collocare le copie ulteriori, provenienti da ricollocazioni, rispetto a quelle presenti in DEP. Invece le nuove accessioni non devono mai andare in PLU.

    In DEP 8 sono da collocare le nuove accessioni (in genere si tratterà di doni) con data di pubblicazione compresa tra il 1831 e il 1885, escluse ovviamente quelle che fanno parte di specifici fondi librari.

    In DEP C sono da collocare le collane, selezionate per il deposito, i cui volumi si vogliono tenere uniti.

     

    Istruzioni per la collocazione in Aleph

    1. selezionare il fondo dal menù a tendina presente nella linea di copia "2. Informazioni generali (1)":
      • DEP per la collocazione DEP
      • PLU per la collocazione PLU
      • DEP 8 per la collocazione DEP 8
      • DEP C per la collocazione DEP C
    2. scegliere il tipo di collocazione 7 (Contatore) dal relativo menu
    3. nel campo adiacente selezionare la collocazione opportuna dal relativo menu (le collocazioni compaiono precedute da ?ke, per es. ?kedep -)
    4. cliccare su "Aggiorna" per far scattare il contatore che attribuisce il nuovo numero di catena.

     

    Per le pubblicazioni in più volumi (e per DEP C) è opportuno mantenere un unico numero di contatore:

    • quando per primo si colloca un volume far scattare il nuovo numero di catena seguendo la procedura sopra descritta
    • nello stesso campo al numero di catena aggiungere il numero di sequenza di quel volume  tra parentesi tonde precedute da spazio, es. KEDEP -000015498 (1), e ciccare su "Aggiorna"
    • per collocare un volume successivo, dopo aver selezionato il fondo e il tipo di collocazione, copiare la segnatura del volume collocato per primo, ovviamente modificando il numero di sequenza, es. KEDEP -000015498 (2), e solo allora cliccare su "Aggiorna" (il tipo di collocazione resterà comunque 7)
    • se la numerazione delle parti prevede volumi e tomi, indicarli separando i numeri all'interno delle parentesi tonde con una virgola senza spazio, es. KEDEP -000015498 (2,5).

     

    1.c REL 1, REL 2, REL 3, e NBM

    Criteri

    REL 1, REL 2, REL 3 e NBM sono collocazioni destinate a materiali con particolari caratteristiche fisiche che non possono essere collocati a scaffale aperto.

    In REL 1 sono da collocare i CD-ROM e i DVD in formato 12 cm.

    In REL 2 sono da collocare i CD-ROM e i DVD in formato superiore a 12 cm.

    In REL 3 sono da collocare i floppy disk.

    In NBM sono da collocare videocassette, audiocassette e microfiche.

     

    Istruzioni per la collocazione in Aleph

    1. selezionare il fondo dal menù a tendina presente nella linea di copia "2. Informazioni generali (1)":
      • REL per le collocazioni REL 1, REL 2, REL 3
      • NBM per la collocazione NBM
    2. scegliere il tipo di collocazione 7 (Contatore) dal relativo menu
    3. nel campo adiacente selezionare la collocazione opportuna dal relativo menu (le collocazioni, tranne NBM, compaiono precedute da ?ke, per es. ?kerel 1)
    4. cliccare su "Aggiorna" per far scattare il contatore che attribuisce il nuovo numero di catena.

     

    2. Istruzioni in Aleph per le collocazioni a contatore (come GREEN,  CAPM 1, CAPM 2) di nuovi fondi librari accessionati

    1. selezionare il fondo opportuno dal menù a tendina presente nella linea di copia "2. Informazioni generali (1)" Es. INNO per il fondo Innocenti, GREEN, per il fondo Greenleaves, CAPM, per il fondo Cappelletti, etc.
    2. scegliere il tipo di collocazione 7 (Contatore) dal relativo menu
    3. nel campo adiacente selezionare la collocazione opportuna dal relativo menu
    4. cliccare su "Aggiorna" per far scattare il contatore che attribuisce il nuovo numero di catena.

     

    Per le pubblicazioni in più volumi è opportuno mantenere un unico numero di contatore:

    • quando per primo si colloca un volume far scattare il nuovo numero di catena seguendo la procedura sopra descritta
    • nello stesso campo al numero di catena aggiungere il numero di sequenza di quel volume, tra parentesi tonde precedute da spazio, es. GREEN -000000098 (1) e cliccare su "Aggiorna"
    • per collocare un volume successivo, dopo aver selezionato il fondo e il tipo di collocazione, copiare la segnatura del volume collocato per primo, ovviamente modificando il numero di sequenza es. GREEN -000000098 (2) e solo allora cliccare su "Aggiorna" (il tipo di collocazione resterà comunque 7)
    • se la numerazione delle parti prevede volumi e tomi, indicarli separando i numeri all'interno delle parentesi tonde con una virgola senza spazio, es. GREEN -000000098 (2,1).
     
    ultimo aggiornamento: 02-Mag-2012
    Home Unifi Home SBA

    Inizio pagina