Fondo Carbonaro

Presentazione generale

Il Fondo comprende monografie, alcuni titoli di riviste di sociologia appartenuti al professor Antonio Carbonaro. Insieme alle monografie è stato donato l’archivio di Carbonaro consultabile in Chartae, il portale degli archivi dell’Università di Firenze.

Vitalità del Fondo

Fondo chiuso.

Consistenza e tipi di materiali

Fondo composto da 661 monografie e 119 fascicoli di riviste.

Localizzazione e accessibilità

Fondo collocato a scaffale aperto, situato al Ballatoio del secondo piano, lato est. Il prestito è consentito per le monografie con data di pubblicazione posteriore al 1915 ma non è consentito per le riviste.

Leggi tutto

Situazione catalografica

Il fondo è in fase di catalogazione: attualmente sono presenti nel catalogo in linea d'Ateneo 123 volumi.

Ordinamento e collocazione

I volumi sono contraddistinti dalla sigla CARBO con una sequenza numerica di collocazione.

Data e modi di acquisizione

Fondo donato alla Biblioteca di Scienze sociali nel febbraio 2016 (Comitato di Biblioteca del 9 febbraio) dalla vedova, signora Giovanna Gervasio, e dai figli Luciano e Paolo Lorenzo.

Notizie su possessore o possessori

Antonio Carbonaro nasce nel 1927 a Cardino, in provincia di Napoli. Nel dopoguerra è impegnato nella militanza anarchica durante la quale partecipa alle prime campagne elettorali dell’Italia post-fascista e inizia la propria attività intellettuale indirizzata verso la sociologia da una parte e la poesia dall’altra. Nel 1952 è impiegato presso la casa editrice Comunità, fondata da Adriano Olivetti, nella cui azienda lavorerà per tre anni con incarichi vari all’ufficio personale operaio.

Nel 1958 pubblica, insieme a Brambilla, Pagani e Talamo “Introduzione alla sociologia” e comincia ad interessarsi agli studi economici, in particolare sul consumo e i consumatori.

A metà del 1958 si trasferisce a Firenze, in qualità di insegnante di “relazioni umane” presso il Cisv Olivetti; svolge corsi di aggiornamento per le categorie dirigenti di vario livello negli stabilimenti italiani della Olivetti. Contemporaneamente fa esperienze di insegnamento e ricerca presso istituzioni universitarie, pubblicando saggi e articoli.

Assume la direzione del Formez a Napoli fino al 1965. Ottiene la libera docenza in sociologia prima presso l’Università di Salerno e poi di Firenze, dove diventa professore ordinario dal 1980 presso il Dipartimento di studi sociali della Facoltà di Scienze della Formazione fino alla scomparsa avvenuta il 29 aprile 1998.

Notizie tratte da Giovanna Ceccatelli Gurrieri, a cura di, “Le ragioni della sociologia. Il percorso culturale e civile di Antonio Carbonaro”, Milano, Franco Angeli, 2003.

Storia del Fondo

Il fondo (risultato di una selezione della Biblioteca di Carbonaro) riflette gli interessi e gli ambiti di ricerca di Antonio Carbonaro. Una parte del fondo, contenente opere di tipo divulgativo, è stata donata dalla signora Giovanna (vedova di Antonio Carbonaro) alla biblioteca di Bagno a Ripoli.

Note

Nessuna.

Mostre e altre attività di valorizzazione riguardanti il fondo

L’Archivio di Antonio Carbonaro, Biblioteca di Scienze sociali, 9 novembre 2017

Bibliografia e documentazione

Nessuna.

Data ultimo aggiornamento

18 ottobre 2017

Compilatore della scheda

Francesca Zinanni

Ufficio catalogazione A

Tel. 055/2759831

Mail francesca.zinanniATunifi.it

 

Area ad accesso riservato ai bibliotecari
 
ultimo aggiornamento: 20-Ott-2017
Home Unifi Home SBA

Inizio pagina